SCArt

04 scart  

PROGETTO SCArt

Il nome pensato dall’associazione per questo progetto è l’acronimo di Sottotetto Caserma Artiglieria, ma anche nome noto nell’elettronica. L’immagine della presa scart coincide curiosamente con la planimetria del sottotetto e i suoi 21 pin connettori con le altrettante nicchie. La presa scart, che nella pratica collega apparecchiature video, ben simboleggia le interconnessioni tra le varie aree tematiche e culturali che verranno miscelate tra loro per ampliare i consueti percorsi intellettuali.  

Finalità e obiettivi

Tutte le attività dell’associazione terranno presente la finalità culturale e pubblica degli spazi. La gestione sarà quindi dedicata esclusivamente ad un utilizzo collettivo, divulgativo e di matrice culturale, senza alcuno scopo di lucro. Il piano di gestione sarà sviluppato per rendere fruibile l’ambiente in modo continuativo e stabile, trasformando lo spazio in un polo culturale al servizio completo degli utenti. Considerata l’ampia offerta estiva di eventi e manifestazioni, il progetto SCArt prevede un programma di destagionalizzazione (da ottobre a giugno), per integrare e completare il calendario delle attività arilicensi durante tutto l’anno. L’associazione Gatto Rosso con questa proposta si prefigge due obiettivi fondamentali: ü  offrire uno spazio culturale a chi non ce l’ha. L’idea è quella di creare un ambiente aperto a tutti coloro che hanno qualcosa di significativo da comunicare, garantendogli visibilità, supporto tecnico e organizzativo; ü  valorizzare la cultura del territorio dando voce a tutte le realtà culturali e creando un luogo di incontro tra l’artista e lo spettatore. In questo modo si ha la possibilità di far emergere esperienze di grande valore culturale che da sole non hanno la forza di arrivare al pubblico. Crediamo infatti che questo tipo di offerta manchi nel nostro territorio, e che possa rappresentare una fonte di confronto e di produzione culturale altamente stimolante e qualificante per il Comune. Nella programmazione delle attività verrà dedicato molto spazio ai concorsi, che rappresentano uno strumento molto efficace per aprire un contatto diretto e attivo con la collettività, facendo in modo che lo spazio non rivesta un ruolo passivo di pura esibizione, ma un laboratorio di continua ricerca ed evoluzione.  

Piano di valorizzazione

  Organizzazione e utilizzo permanente spazi del sottotetto   Per consentire una completa fruizione dell’ambiente è fondamentale dare vita a scenari di aggregazione e di confronto culturale continui, offrendo servizi e strumenti adeguati. In questo senso intendiamo creare ambienti che ospitino attività permanenti:
  • Area relax, lettura, incontri, wi-fi zone
  • Ludoteca – giochi in scatola, giochi di ruolo
  • Biblioteca, videoteca – “Corner di scambio” come concezione diversa di offrire, conoscere ed entrare in possesso di un testo o di un video
  • Emeroteca (abbonamento alle principali riviste e giornali culturali)
  • Promozione del territorio, della storia e degli eventi locali, attraverso l’allestimento di postazioni di informazione e divulgazione di materiale informativo e turistico
    Organizzazione e utilizzo periodico spazi del sottotetto  
  • Ospitalità e scambio con altre realtà di produzione, performance, spazi programmazione di rassegne, festival, laboratori, seminari, convegni
  • Supporto e collaborazione con il Comune a sostegno delle attività proposte quali incontri istituzionali, premiazioni, eventi
    Attività suddivise in 5 aree tematiche  
  • Letteratura e storia
CAFE’LETTERARIO – a cadenza mensile si organizzano incontri in cui confrontarsi su un testo prescelto in aree di discussione guidate (seguito dalla realizzazione di un fanzine on-line e uno cartaceo) PRESENTAZIONE LIBRI – periodiche e programmate, spesso di case editrici che non trovano spazi di distribuzione nelle classiche librerie. In questo senso il Sottotetto diventa uno spazio per dare visibilità ad autori locali e non, anche se inediti, che possano proporre i loro lavori attraverso reading, presentazioni e dibattiti CONCORSO LETTERARIO ANNUALE CORSO DI SCRITTURA CREATIVA RACCONTI IN SCENA – concorso annuale in cui il testo vincitore verrà trasformato in testo teatrale, con la prospettiva e l’ipotesi di metterlo in scena realizzando uno spettacolo teatrale ACCA – proponiamo una collaborazione con questa iniziativa culturale; valutando che le attività sono concentrate in una fascia oraria pomeridiana, l’ipotesi è quella di offrire presso il sottotetto un’alternativa serale dei corsi monografici proposti. STORIA – data la rilevanza storica di Peschiera, riteniamo sia fondamentale dedicare dei “cicli tematici” alla conoscenza e all’approfondimento delle principali epoche storiche da punto di vista: architettonico, storico, letterario, musicale e artistico  
  • Teatro
PROVE APERTE – messa a disposizione delle compagnie teatrali degli spazi come sala prove con la possibilità del pubblico di assistere CORSO DI TEATRO PERFORMANCE, WORKSHOP, SEMINARI, CONFERENZE – per approcciarsi a un teatro meno tradizionale e non convenzionale CORTI IN SCENA – organizzazione di concorsi di cortometraggi teatrali (della durata di circa 20 minuti). Le compagnie selezionate si esibiranno nel sottotetto, creando eventi aperti al pubblico  
  • Arti visive
Questo settore sarà sviluppato in modo costruttivo e culturalmente significativo. Specifiche aree preposte per l’esposizione, dove realizzare attività in collaborazione con Accademie e Scuole d’Arte del territorio.  
  • Cinema e fotografia
Attivazione dello SPAZIO VIDEO – con posti a sedere nell’ampia area con schermo di quattro metri, con particolare attenzione al cinema d’autore, ma senza dimenticare o sottovalutare filoni più leggeri che aiutino gli utenti ad approcciarsi a questo mondo. CORSO DI FOTOGRAFIA CORSO DI CINEMA E REGIA CONCORSO DI FOTOGRAFIA, con tematiche specifiche sempre riconducibili a Peschiera, in modo da poter dare vita ad un archivio di immagini a disposizione del Comune CONCORSO DI CORTOMETRAGGI  
  • Eventi
Eventi studiati ad hoc per collegare le diverse sezioni tematiche come la proiezione del film la cui sceneggiatura è tratta dai testi prescelti per il “Cafè letterario”; oppure cortometraggi e mostre a tema:   Week end retrospettiva
  • conferenza di presentazione dell’autore, biografia e opere
  • proiezione di un film basato su un suo libro
  • reading da un’opera
  • performance teatrale da un suo testo
Esempio: Hemingway: film Il vecchio e il mare con Spencer Tracy; letture da Per chi suona la campana; corti teatrali da Festa Mobile. Weekend tematici:
  • sabato pomeriggio – conferenza di presentazione dell’argomento, autori e opere
  • sabato sera – proiezione di un film
  • domenica pomeriggio – reading da una o più opere
  • domenica sera – performance teatrale
Esempio: il romanzo gotico: film Frankenstein con De Niro, Branagh, Bonam Carter; letture da Jekhill e Hyde, Il fantasma dell’opera, Il castello di Otranto; scene scelte da Dracula.  

Considerazioni

Durante il periodo 2011 – 2014 l’Associazione Gatto Rosso ha gestito presso Spazio SCArt circa 180 eventi e 3 rassegne teatrali ma il 30 settembre 2014, a scadenza della convenzione per l’uso del Sottotetto Caserma di Artiglieria di Porta Verona con il Comune di Peschiera del Garda, la nuova amministrazione pone condizioni per noi inaccettabili per il rinnovo e Gatto Rosso è costretto a lasciare lo spazio, che è anche la sua sede operativa, e Spazio SCArt dall’acronimo di Sottotetto Caserma di Artiglieria diventa Sperimentali Connessioni ARTistiche trasformandosi in uno spazio itinerante. “Chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia ma non quel che trova.” La strada davanti a noi, pure ignota e piena di incertezze, è una sfida che non vogliamo né possiamo ignorare. Quando un individuo o un gruppo o un luogo non danno più stimoli, l’unica soluzione è il cambiamento. Abbiamo amato gestire SCArt nella splendida cornice del Sottotetto e l’abbiamo fatto con il massimo impegno e una grande passione, ma i presupposti che ci avevano portato lì purtroppo sono caduti. Quanto abbiamo fatto ha un valore e non soltanto per lo sforzo economico, il tempo e l’impegno spesi, ma anche e soprattutto per le relazioni umane con il pubblico fruitore delle varie attività e con le altre realtà associative, per non parlare di tutti gli esponenti di teatro, cinema, danza, fotografia, letteratura, pittura, scultura e canto che hanno collaborato e performato con noi e che ringraziamo per il grande privilegio di aver condiviso con Gatto Rosso la propria arte in quei tre anni.   Spazio SCArt diventa Sperimentali Connessioni Artistiche, un luogo itinerante in cui Gatto Rosso si aprirà ancora di più alla sperimentazione e alla contaminazione con varie discipline per rendere tangibile il concetto di “arte totale” e fare in modo che le influenze interdisciplinari vadano a caratterizzare sempre più concretamente il mondo della creatività; un luogo dove incoraggiare e sostenere il dialogo continuo tra teatro e letteratura e cinema, comunicazione di massa ed arti visive, mondo telematico e musica per spingerci verso territori sconosciuti dove tutto possa essere reinventato; un luogo, sia fisico che virtuale, ove continuare a garantire all’arte uno spazio ove potersi esprimere senza condizionamenti né vincoli di alcun genere. Sappiamo di lasciare un luogo che ci sta stretto e che negli ultimi mesi ci ha amareggiato e inaridito, per dirigerci come pionieri alla conquista di nuove frontiere della collaborazione, della cultura e dell’altre, con il cuore riscaldato dalla speranza di trovare istituzioni più lungimiranti e meno vincolate a meschini giochi di potere.    

Federica Carteri Autore, regista, attrice